ALFABETO COMUNE secondo appuntamento del Laboratorio delle idee

ALFABETO COMUNE

Cosa tiene insieme una comunità?
Quali sono i fili nascosti che legano la memoria, l’identità, l’affetto per un luogo. Da dove nasce il senso di appartenenza ad un lembo di terra, il sentirsi “a casa”.
Nasce da un sistema di ricordi, relazioni, esperienze vissute, dai paesaggi interiori che ognuno di noi custodisce.
Luoghi dell’anima che alimentano i sensi. Il profumo del pane dei forni di comunità, l’odore del sugo di pomodori la domenica mattina. La Fiera delle ciliegie e degli animali, i cantastorie in piazza, le melodie sonore del venditore di sedie, dell’arrotino, dell’ombrellaro. Il vino rosso scuro che macchia la tovaglia di cotone, l’odore fraterno di nafta su una tuta da meccanico.
Il lavoro quando c’è, con la terra che ogni giorno entra in casa; il lavoro quando non c’è, con la valigia che abbandona la casa.
Tutto questo vive nell’anima della comunità. La sua identità culturale si regge su questo patrimonio. Un immenso valore immateriale che dobbiamo preservare, valorizzare.
Questo è l’alfabeto comune da cui si riparte.
Parole, facce e storie che uniscono, che raccontano le nostre radici profonde.

a cura Marcello ROLLI Candidato Sindaco per Scelta Popolare
GIOVEDI 30 MARZO ore 20:00 “Alfabeto Comune”
secondo incontro con IL LABORATORIO DELLE IDEE
presso il Comitato Elettorale di SCELTA POPOLARE