LA BELLEZZA FERITA primo appuntamento del Laboratorio delle Idee

La bellezza può stare in un atto coraggioso.

Quando il 31 marzo del 1984, Renata Fonte fu uccisa, non pensava di essere una donna coraggiosa. Semplicemente pensava di fare la cosa giusta, come difendere la costa di Porto Selvaggio dai tentativi di speculazione edilizia.
Se quell’enorme patrimonio di bellezza esiste ancora è proprio grazie alla coerenza delle sue idee, al suo gesto semplice e coraggioso di anteporre l’interesse della comunità agli interessi di pochi.
Oggi è la Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime delle mafie. Il nome di Renata Fonte sarà letto, insieme a quello di oltre 900 vittime di mafia, in centinaia di piazze italiane.
Il nostro dovere è ricordare, raccontare, testimoniare, tutelare.
Curare le ferite di un patrimonio naturale straordinario.

Giovedì prossimo, nella sede del comitato di Scelta Popolare, si discuterà di questo. Si proporranno le cure.
Il nostro manifesto elettorale nasce da questi incontri, dall’ascolto delle tante voci della nostra comunità.

Perchè è un dovere cercare di capire la complessità del nostro territorio, per poi elaborare, insieme, proposte di tutela.

A cura di Marcello Rolli Candidato Sindaco per Scelta Popolare